Dettagli Progetto

Titolo

GARBATELLA

Progetto

ABITAZIONE PRIVATA

Luogo

ROMA ITALIA

Mq

54

Anno

2005/2006

Collaboratori

Alessandra Zevi

Fotografo

Francesco Galli

La richiesta dei proprietari era di avere a disposizione numerose funzioni: zona giorno, zona pranzo, angolo cottura, armadio guardaroba, bagno, due studioli e area pianoforte, il tutto in 54 mq.
Per raggiungere tale obiettivo è assolutamente necessario poter usufruire della “scatola” completamente vuota, utilizzando mobili e pareti contenitori ad integrazione e costruzione dello spazio.
Elemento regolatore dello spazio è la parete in ferro nero trattato a cera, che separa nettamente la zona notte dalla zona living e nasconde un grande armadio guardaroba apribile dalla zona notte.

Esso sembra galleggiare liberamente all’interno dello spazio, in quanto la circolazione intorno ad esso è fluida, libera, ma all’occorrenza l’area notte può essere schermata da porte scorrevoli in metacrilato viola trasparente.
La zona giorno è costituita da un unico ambiente in cui convivono il living, l’angolo cottura e la zona pranzo.
Gli elementi principali che “segnano” lo spazio sono: il volume “orizzontale” dell’angolo cottura rivestito dello stesso materiale del pavimento, ovvero cemento e resina color tortora e i due volumi “verticali” che inscatolano gli unici due pilastri esistenti; il terrazzo inteso come salotto all’aperto utilizza due materiali, quali il parquet per esterni che sale anche sui lati e il cemento grezzo per la panca. Questa “pulizia” ha l’obbiettivo di enfatizzare l’idea di vuoto, ma andando oltre si è voluto realizzare al centro del pavimento una “vasca sensoriale”, questa può essere riempita di sabbia, ciottoli, acqua o prato per donare la sensazione tattile di un elemento naturale all’interno dell’appartamento, oltre la stupenda sensazione visiva data dal panorama circostante.